Filtro Percolatore Anaerobico
zoom_out_map
chevron_left chevron_right

Filtro Percolatore Anaerobico

Filtro Percolatore Anaerobico per Trattamento Acque

  • PEHD
  • UNI EN 12566-3
  • Lt. 1180 - A.E. 7
  • Lt. 1680 - A.E. 11
  • Lt. 1920 - A.E. 12
  • Lt. 4560 - A.E. 30
  • Lt. 5100 - A.E. 34
  • Lt. 5490 - A.E. 36
  • Lt. 7520 - A.E. 50
  • Lt. 840 A.E. 5
  • Lt. 3020 - A.E. 20
  • Lt. 3500 - A.E. 24
  • Lt. 4000 - A.E. 26
823,50 € (Tasse incl.) 675,00 € (Tasse escluse)
Tasse incluse
new_releases Su Ordinazione (7-10 gg lav)

L'ultima volta che questo prodotto è stato aggiunto al carrello: 29/04/2020

Filtro Percolatore Anaerobico

Informazioni per l'acquisto:
Funzione e utilizzo:
Il filtro percolatore anaerobico è una vasca in cui vengono trattate biologicamente le sostanze biodegradabili disciolte nel refluo. Allinterno della vasca vi sono elementi plastici ad alta superficie specifica, che hanno la funzione di favorire lattecchimento delle biomasse adese deputate alla depurazione in assenza di ossigeno. Si utilizza dopo adeguato trattamento primario.
Rimozione: sostanze sedimentabili > 90%*, BOD5 > 70%*
(*parametri garantiti nel caso di impiego di sedimentazione secondaria.)
Normative: UNI EN 12566-3
Rispettano le prescrizioni: D.lgs. n. 152 del 03/04/2006 parte 3
Informazioni commerciali:
Fornitura di filtro percolatore anaerobico in polietilene da interro FPN tipo Starplast a forma cilindrica verticale, a spessore costante delle pareti e struttura irrigidita da nervature verticali e orizzontali. Allinterno riempito di elementi in polipropilene ad alta superficie specifica (pari a 120mq/mc) per la formazione di flora batterica, posati su griglia di supporto posata sul fondo adatta a creare le condizioni idrodinamiche più favorevoli per leffetto di percolamento e distribuzione/uscita del refluo. Il refluo in uscita è raccolto da idoneo stramazzo tipo Thomson per la distribuzione uniforme del carico idraulico su tutta la superficie. Il coperchio superiore della vasca realizzato a doppia parete, per maggiore resistenza al carico del terreno, sarà munito di n. 2 tappi con chiusura a baionetta di cui uno almeno del D/400 per operazione di pulizia e ispezione effluente finale. La vasca è realizzata secondo la Norma UNI EN 12566-3, dovrà essere adatta al trattamento secondario dei reflui provenienti da impianto primario di civili abitazioni o assimilabili, idoneo allo scarico in acque superficiali o al trattamento successivo.

NORMATIVE REGIONI
UTILIZZO E MANUTENZIONE



LEGGERE LE CONDIZIONI DI VENDITA
FPNC0800
2021-06-10